Storia

Nel 1923 un folto gruppo di appassionati di calcio tarcentini, imprenditori, commercianti e gente comune, decise di creare una squadra di calcio affiliata alla FIGC. Così nel maggio dello stesso anno nasce la "U.S. Tarcentina". Il primo Presidente fu l’imprenditore tarcentino Antonio Grasselli che, tra l’altro, avendo disponibilità finanziarie acquistò pezzi di terreno da quattro proprietari diversi e costruì a spese proprie un campo di calcio che molti anni dopo fu intitolato ad un giovane tarcentino caduto in guerra "Stadio Renzo Vivanda". In questo stadio la società svolse la sua attività per 70 anni dei 90 della sua storia, tra l’altro la più gloriosa. Nel 1926 il Comune di Tarcento acquista dal Grasselli il campo stesso. I colori sociali erano e sono il Giallo e Blu, ma già da allora venne chiamata la squadra dei "Canarini". Altri Presidenti che seguirono Grasselli furono : Antonio Patriarca, Mario Marcuzzi, Giuseppe Morgante, Marcello Martellossi, Carlo Volpe, Renato Coianiz, Gabriele Mariotti, Carlo Affabris, Emanuele Cum. Attualmente il presidente è il sig. Eliano Pellarini. Negli anni trenta la Tarcentina militò per cinque anni in serie "D", per tutti gli altri anni di attività occupò tutte le categorie dei dilettanti, dall’eccellenza alla seconda. Dal 1994 milita nel campionato di 1 categoria con alterne fortune di classifica. Oggi la società si chiama "A.S.D. Tarcentina calcio". Dal 1993 svolge la propria attività nel nuovo Polisportivo Comunale "Toffoletti" e conta 200 tesserati di cui 160 nel settore giovanile con tutte le squadre e categorie, dai primi calci alla prima squadra. Da ricordare che nella sua storia la Tarcentina diede diversi giocatori all’attività professionistica, i più importanti sono : i 4 fratelli Boldi, Miconi, Colautti, Vanello, Loschi e Remigi che giocavano in serie "A", Lorenzetti e Silvestri in "B".